logo di 1 PWD logo di one VET
torna indietro / back          
     

ENEA 7/03/2014

 

ULTIMO COMUNICATO STAMPA - ENEA -7/03/2014

COMMERCIALIZZAZIONE DEL BREVETTO ENEA CON IL MARCHIO 1 PRIMARY WOUND DRESSING PRODOTTO DA PHYTOCEUTICALS

L’ENEA, a fronte degli ottimi risultati ottenuti dall’impiego del medicamento fitoterapico per la cicatrizzazione realizzato nei propri laboratori, che permette la cura delle lesioni esterne di qualunque estensione e natura, e che può essere applicato sia sulle persone che sugli animali, ha concesso la licenza del brevetto del prodotto alla ditta Phytoceuticals Ltd di Zurigo, che lo potrà così produrre e commercializzare sul territorio italiano. Il prodotto sarà in vendita con il nome di "1 PRIMARY WOUND DRESSING" per uso umano tramite la ditta ENDOSPIN Italia.
A breve sarà disponibile anche il corrispettivo per uso veterinario.
Il medicamento messo a punto dai ricercatori ENEA è applicabile su tutti i tipi di lesioni dal primo stadio fino alla completa risoluzione del caso. Le spiccate proprietà cicatrizzanti sono di grande utilità per la guarigione di ferite sia acute (traumatiche, da ustione, ecc), che croniche (da decubito, ulcere vascolari). Il preparato combatte le complicazioni batteriche delle ustioni, anche gravi, senza uso di antibiotici. Presenta proprietà antinfiammatorie e lenitive, ha effetto repellente e biocida, tenendo lontane mosche, mosconi, moscerini, e altri insetti evitando la deposizione delle uova sulle ferite e lo sviluppo delle larve. Permette la gestione del paziente anche in condizioni igienico-sanitarie precarie, consente l’automedicazione, stimola la reazione fisiologica del soggetto trattato e determina la precoce scomparsa del dolore.

In questi anni numerosi i riconoscimenti alla validità e all’efficacia del medicamento: ha vinto nel 2008 il premio Eccellenze ENEA e come "1 PRIMARY WOUND DRESSING", nel 2011 ha vinto il premio Frost and Sullivan come miglior prodotto dell'anno nel settore dell'innovazione medicale: European Advanced Wound Management, New Product Innovation Award. Ricordiamo anche l’utilizzo da parte della Marina Militare Italiana per curare pazienti che avevano subito traumi da schiacciamenti, sulla nave “Cavour”, inviata dalla Protezione civile italiana in soccorso della popolazione di Haiti, devastata dal terribile terremoto del 2010.


Precedentemente, lo sfruttamento del brevetto del medicamento era stato concesso alla RIMOS s.r.l. di Mirandola. L’ENEA ha poi risolto il contratto con la RI.MOS. s.r.l..
A espressa richiesta della RI.MOS.s.r.l. si precisa e rettifica che è in corso una causa civile tra l’ENEA e la RI.MOS.s.r.l., a seguito della risoluzione di diritto del contratto di licenza non esclusiva, in danno della stessa, che lo commercializzava con i marchi Holoil, Hypermix, Hyperoil, Hypermix vet.

L’ENEA, a seguito della contestazione della risoluzione contrattuale da parte della RI.MOS.s.r.l., ha promosso un giudizio cautelare e di accertamento e condanna per la risoluzione in danno della stessa società del contratto di licenza, al fine di ottenere la cessazione della commercializzazione dei prodotti summenzionati da parte della medesima, ancora in corso, senza responsabilità dell’ENEA.

L’istanza cautelare non è stata accolta, mentre pende il giudizio sulla risoluzione del contratto.
Roma, 07 Marzo 2014

link diretto---- http://titano.sede.enea.it/Stampa/skin2col.php?page=comunicatodetail&id=639